Per aiutare tuo figlio a crescere non devi essere EGOISTA, sopratutto con le malattie e le sofferenze

Non esiste peggior egoista di un sofferente.

Perché? per sua natura deve prima di tutto alleviare la sua sofferenza e per questo è pronto a calpestare chiunque e in qualsiasi momento.

egoista

Volutamente provocatorio e fastidioso come inizio di un post ma necessario perché uno dei grandi problemi che mi portate in studio è la sofferenza che avete di fronte alle difficoltà dei ragazzi, della comunicazione insoddisfacente con il partner, lo stress nel lavoro..

Mi rivolgo a te adulto, in particolare a te genitore.
Ricordati che hai il dovere di prenderti cura di te stesso (non puoi sottovalutare nè malattie nè stati psicologici) perché SE lo fai sei un criminale intenzionale che sta rovinando il futuro dei suoi figli.

 

Tre semplici pensieri devi tenere a mente se non vuoi sembrare un egoista:

  1. I tuoi figli hanno il diritto di vederti sereno e di fruire della tua presenza il più a lungo possibile
  2.  I tuoi figli non sono mai degli specialisti, anche qualora lo fossero, e quindi non puoi pensare di preparargli un futuro di assistenza alla tua persona perché non ti sei fatto carico dei tuoi problemi psico-fisici
  3.  I tuoi figli non sono i tuoi amici, se non riesci ad affrontare i tuoi dolori non “svuotare” il pentolone delle ansie e preoccupazione su di loto che stanno cercando di crescere e diventare  adulti equilibrati e indipendenti.

Come evitarlo? Imparare a rivolgerti alle persone giuste:

  • creati una rete di coetanei,  con cui condividere, confidarsi e riflettere (e anche farsi due risate, non guasta!!);
  • se hai un problema legato alla salute, cessa di lamentarti con i tuoi figli e segui un programma di cura specifica, con precisione e meticolosità monitorato da un medico;
  • se la questione è più di natura emotiva, ansiosa ci sono tanti colleghi psicologi e psicoterapeuti bravi cui rivolgerti;
  • ti stai separando? chiedete una consulenza a una mediatrice familiare;
  • non dormi la notte perché il tuo neonato è irrequieto, litighi per l’educazione dei figli? chiedi una consulenza a una pedagogista.

Non esiste peggior egoista di un sofferente.
Hai capito perché questo titolo provocatorio?

I genitori hanno il ruolo di primi educatori e di alimenti base per i propri figli: se gli trasmetti cibo avariato (preoccupazioni vostre, ferite, malattie trascurate) prima o poi li condannerete ad avere una sofferenza anche loro. Una sorta di eredità cui non possono sfuggire.

OVVIO che NON vuoi che accada.

Ecco perché mi sono impegnata a scrivere questo post. Per ricordarti il tuo compito che è iniziato dal momento che hai pensato per la prima volta a far “nascere” un bambino. 

Ti vedo quando entri nel mio studio e mi chiedi “senza accorgertene” di aiutarti a diventare un Genitore in grado di aiutare il figlio a superare ostacoli.

👉🏻Per te è nato il mio progetto in sostegno e accompagnamento delle coppie genitoriali che vogliono trovare un metodo loro per essere i migliori genitori per i propri figli. Ma anche per te che mi dici che la tua famiglia si sta sfasciando e che vorresti però continuare ad essere il “faro” per tuo figlio, e che quindi mi chiedi di essere la mediatrice familiare che accoglierà te e tuo marito nel percorso di separazione come coppia senza perdervi come genitori.

👉🏻Per te conduco e organizzo Corsi di approfondimento su varie tematiche legate alla crescita dei figli.

👉🏻Per te sono consulente pedagogico e problem solver dei problemi legati allo studio, alla scuola, al digitale e talvolta ai conflitti fra fratelli.

 

Adesso non ti resta che iniziare a cambiare qualcosa!

 

Se ti stai trovando in una situazione come questa vuoi un aiuto specialistico personalizzato devi solo prendere un appuntamento con la dott.ssa Vania Rigoni a questo numero 055 472846 chiamando la mattina, oppure scrivimi vaniarigoni@labottegadellapedagogista.com

Il post è finito. Ti chiedo solo di fare un gesto per me importante: se quello che ho scritto ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici usando i pulsanti sotto.

Contattami usando questo LINK oppure
– Scrivendo una mail a dr.vaniarigoni@gmail.com
– Su Whatsapp, cliccando a questo link http://bit.ly/2ycrsE2

Rispondi