L’emotività e lo studio

L’emotività e lo studio, una prima riflessione per te che hai un figlio e una figlia sensibile. Ho scritto spesso in questo siteblog quanto la componente emotiva e un clima positivo e accogliente siano fondamentali per l’apprendimento, la prof. Lucangeli ne ha fatto una mission. Se ci focalizziamo sulle problematiche quotidiane e passeggere degli adolescenti…allora si che l’emotività ha… Read More L’emotività e lo studio

Manipolazione, rilassa e favorisce gli apprendimenti

Come scrivo spesso e ripeto lo sviluppo dei sensi in ogni organismo inizia con il tatto, l’udito e la vista infatti si formano solo quando l’organismo si perfeziona, per questo in ogni percorso pedagogico clinico l’arte e la manipolazione sono sempre inclusi a qualsiasi età. Le Neuroscienze oggi ci confermano questi aspetti. Attraverso le attività… Read More Manipolazione, rilassa e favorisce gli apprendimenti

Tuo figlio non è un futuro problema né di apprendimento né di comportamento. E’ un adulto quasi pronto.

Tuo figlio non è un futuro problema né di apprendimento né di comportamento. E’ un adulto quasi pronto.   Cosa significa? Che mi sono rotta le scatole di accogliere genitori in studio che mi definiscono i figli per i problemi che hanno e alle mie domande: “Cosa ne pensi di tuo figlio? Cosa gli piace?… Read More Tuo figlio non è un futuro problema né di apprendimento né di comportamento. E’ un adulto quasi pronto.

Meglio un buon voto oggi o l’autonomia scolastica domani?

Cosa vuol dire fare un percorso pedagogico per gli apprendimenti? NON vuol dire fare le RIPETIZIONI. NON significa che la specialista sia in dovere di fargli finire i compiti con cui arriva. Non è un doposcuola. Per spiegarti perché non devi pensare a fine appuntamento : Come è possibile? Di due materie non ne ha… Read More Meglio un buon voto oggi o l’autonomia scolastica domani?

Dis-organizzazione nei bambini e ragazzi: 4 tipologie con le strategie adatte

Una delle richieste più frequenti del genitore che si rivolge al mio servizio di consulenza educativa è essere aiutato a risolvere una situazione preoccupante che non riesce a cambiare: il figlio è così dis-organizzato in tutto…da sempre…da avere dei CALI di rendimento scolastico, un comportamento sociale sempre con maggiori frustrazioni e conflitti familiari. Non essere organizzato può dare… Read More Dis-organizzazione nei bambini e ragazzi: 4 tipologie con le strategie adatte

Come diventare l’impalcatura del proprio figlio senza crescerlo imbranato

Riprendendo da dove abbiamo interrotto nella Prima parte di questa riflessione, parlavamo di GIOCO LIBERO per allenare i bambini alla RESILIENZA. Resilienza è un termine di moda, ma sai cosa significa veramente sviluppare resilienza? Se la resilienza definisce la capacità delle persone (anche di un bambino) di riuscire ad affrontare gli eventi stressanti o traumatici,  saperla utilizzare… Read More Come diventare l’impalcatura del proprio figlio senza crescerlo imbranato

Come capire se hai un bambino incompetente o se tu sei un genitore ansioso?

Sono stata a fare la spesa. Volevo comprare un barattolo di olive. Ho trovato circa 10 tipi di marche senza nocciolo contro 1 con… e ho pensato ai bambini e ragazzi che incontro in studio e quelli dei quali seguo i genitori perché sono definiti dai loro genitori “incompetenti”. Alcune situazioni cui sto pensando (generalizzando) sono:… Read More Come capire se hai un bambino incompetente o se tu sei un genitore ansioso?

Tuo figlio 12enne NON HA GATTONATO, ma ha imparato a leggere subito? Ecco perché non devi saltare le 5 tappe degli apprendimenti (parte 1)

…La fatica di essere sempre bravo. Quello che sapeva leggere mentre gli altri ancora coloravano. Non ha gattonato. Ha però imparato a leggere alla materna. Arturo è veramente un gigante. Più alto della mamma che già mi supera di una spanna, un ragazzone che se solo non lo vedessi muovere potrei anche pensarlo più grande… Read More Tuo figlio 12enne NON HA GATTONATO, ma ha imparato a leggere subito? Ecco perché non devi saltare le 5 tappe degli apprendimenti (parte 1)